Tag Archives: tartelette

Tortine al cioccolato bianco e mirtilli

Adoro la colazione. Quella che fai velocemente, quando io metto il caffè sul fuoco e il principe lo toglie. Colazione in cinque minuti poi di corsa al lavoro.

Adoro la colazione del week end che fai senza il suono della sveglia, con un dolce e tanta calma. Talmente tanta che a volte diventa il pranzo.

Adoro la colazione in albergo, quella che si fa con una certa audacia noncurante, riempiendo il piatto di pane, marmellata, brioche, dolci e salati.

C’è poi una colazione per ogni stagione. In inverno caffèlatte e biscotti, d’estate yogurt, frutta e semini. Torta quando mi sento una signora.

Le tartelette sono una di quelle colazioni che mi fanno sentire un po’ come Maria Antonietta. Una tortina per ogni mese è il mio mantra. Con pere e cioccolato, con frutta, con frangipale e lamponi, mocaccina, con le mele, miele noci e albicocche e ce ne sono ancora tante altre… Potrei scrivere un libro! 

(altro…)


Colazione di San Valentino

Lo so, lo so. Mi rendo conto che la festa di San Valentino con i suoi mille cuori dovunque, se non si è nel mood giusto, rischia di diventare nauseante. So anche che non sono stata nel mood giusto per diverso tempo e vi capisco bene a voi che siete stomacati… Al momento attuale, per quanto mi riguarda, se San Valentino rappresenta un’occasione per fare colazione a letto a me va benissimo  🙂

Avevo velleità di un certo tipo a dire la verità… Volevo cimentarmi nella preparazione di un dolce ben più complesso.. Il tempo è stato tiranno… Tra le preparazioni dei prossimi showcooking per Scavolini e la rivista iFoodStyle, quasi non ho più tempo libero…

Però bisogna ammettere che anche le mie tortine con la crema al cioccolato e i confettini a forma di cuore fanno la loro bella figura.. E non avete idea di quanto siano buone! Per la frolla io ho usato sempre quella alle mandorle (l’ho scoperta, non mi ferma più nessuno…)

(altro…)


Tartelette Robuchon alle amarene

Se mi chiedessero “com’è oggi?” in ogni preciso momento di queste giornate, se si potesse fare una carrellata di risposte momento per momento sarebbero più o meno queste:
Sto cantando. Parlo da sola. Lamento della mia fatica con chi mi guarda e ride. Ho smesso la pallavolo ma sono dimagrita. Vedo un letto e mi ci butto a Fosbury. Il letto è perennemente disfatto. Il bagno perennemente da pulire. Aspetto un segno, o forse un sogno. Mangio banane e vesto di giallo. Ascolto una canzone e sospiro. Mangio tanto. Bevo caffè. Ho amici che dicono oscenità. Ma le dicono così bene e io rido. Sono giovane. Ma solo perchè ho i brufoli. Faccio il compitino. Non dormo mai subito. Forse non dormo mai e basta. Prima il dovere e poi il piacere (poi per il piacere sei stanca morta però..). Sono sensibile ai complimenti. Il mondo non è per i sognatori. Sono stupida. Vorrei ma non posso (o forse posso?). Il mio compagno di vita è il blog. Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Lavoro per vedere un miracolo. 
Ma non mettetemi fretta. Con la fretta i miracoli vengono malissimo.

Forse non vale fare un post così. Ma in fondo Jovanotti con gli elenchi ci fa delle canzoni, quindi mi dico che va bene…

Ecco qua una variante della Robuchon. L’avevo già pubblicata, ma la ripubblico perchè queste foto sono più carine e c’è la variante delle amarene che merita davvero. La ricetta che avevo provato era di Santin, qui ho tenuto la sua farcia al cioccolato fondente ma ho preferito utilizzare la mia frolla per un discorso di affezione (la mia è leggermente meno burrosa, tutto qua). Le mie tartelette possono migliorare, se non altro nella regolarità estetica, ma posso dire che in questo caso, anche mio padre ha mangiato le amarene con gusto, lui che di solito le schifa… Se non è un successo questo..


Ingredienti (per sei tartelette da 12 cm di diametro)

3 hg di farina
1 hg di zucchero
1,5 hg di burro morbido
2 cucchiai di latte
1 uovo
Per la farcia:
100 ml di panna liquida
100 ml di latte
200 g di cioccolato fondente (72%)
1 uovo

In più:
Amarene allo sciroppo

Prepariamo la frolla. Impastiamo la farina con il burro a temperatura ambiente. Aggiungiamo l’uovo continuando ad impastare e il latte. Aggiungiamo anche lo zucchero e il sale. Impastiamo per una decina di minuti.
Avvolgiamo la frolla nella pellicola e facciamola ripostare in frigorifero per un’ora circa.
Preriscaldiamo il forno a 180°.
Facciamo delle palline di frolla di circa un etto e le stendiamo, fino a renderle di circa 3 mm. Riempiamo quindi i nostri stampini per tartelette rendendo i bordi alti e regolari (possiamo aggiustarli con un coltello) e bucherelliamo la superficie con una forchetta. Volendo possiamo tenere da parte un po’ di pasta per la decorazione.
Poniamo su ogni guscio di frolla un pezzo di carta forno con dei pesetti da cucina o dei fagioli secchi (in modo che la pasta non si gonfi ma mantenga la concavità).
Cuociamo per 15 minuti circa. Togliamo poi i pesetti e cuociamo per altri 5 minuti.
Intanto prepariamo la mousse di farcitura facendo bollire la panna col latte. A questo punto aggiungiamo il cioccolato spezzettato e lo facciamo sciogliere completamente (non deve mai sobbollire forte). Aggiungiamo poi anche l’uovo continuando a mescolare con una frusta fino a che la mousse non sarà completamente omogenea.
Versiamo la mousse nel guscio di pasta frolla. Se abbiamo tenuto da parte la pasta facciamo delle briciole o delle strisce molto sottili e le adagiamo sopra. Terminiamo con le nostre amarene con qualche goccia di sciroppo. Reinforniamo per altri 5 minuti circa (scuotendo la teglia la mousse deve restare ferma). 
Serviamo tiepida.