Tag Archives: Natale

Muffin a forma di renna

Buongiorno!

Siamo quasi a Natale e, come anno scorso, voglio pubblicare una ricetta di muffin. Perché sono tanto carini e sono un comfort food perfetto per il Natale, specialmente con quel musino da Rudolph… Sicuramente avrete già visto in giro per il web quelli decorati con le renne, ma sono talmente belli che li ho voluti pubblicare anche io. Nel caso, qui trovate i muffin di anno scorso, alla frutta secca e zenzero!

Mentre li facevo pensavo a come sono cambiate le mie preparazioni nel corso degli anni, a quanto tempo dedico alle cose che mi scaldano il cuore. Mi piacciono le cose giocose, anche nelle immagini. Non che non sappia vedere una bella immagine di cucina. Ma per il “cibo” a me piace così, semplice e molto appetitoso.

(altro…)


I miei pranzi delle feste

Buongiorno!

Questo post doveva uscire qualche giorno fa, ma io ultimamente sono tanto occupata. La settimana è stata molto intensa. Poi, giovedì io e il principe abbiamo festeggiato un anno di coppia e siamo usciti a cena. Mi imbarazzo sempre un po’ a parlare di lui, in più ne sono gelosa. Gelosa, più che di lui, di quella che è una storia di pura magia. E di sorprese, di attenzione reciproca, di tenerezza, di risate, di consigli, come anche di discussioni. Una storia autentica.

È bello il mio principe ed io con lui mi sento bellissima.

Dico sempre che la nostra “storia” è come l’ovino kinder. Quando non ti aspetti che ci sia la sorpresa, quella rara, ma che invece c’è. Lui è stato la mia sorpresa, dalla nostra prima uscita, quel 15 dicembre 2015 in cui non faceva poi tanto freddo… e lo è ogni giorno 😀

Sentivo la voglia di dire queste due parole dopo questo primo anno insieme. E se scrivendo queste cose, diventano un po’ meno mie, e un po’ più di tutti, spero almeno di aver fatto contento lui, che comunque sarà già diventato rosso 😛

Oggi vi presento due menù con i piatti che potete cucinare per le feste, rispettivamente uno di pesce e uno di carne. Ci sono i miei “cavalli di battaglia”, se così si può dire, dell’ultimo anno, tutti piatti che mi piacciono tantissimo. Poi c’è un collage sui dolci, si possono servire a fine pasto, o per la colazione di Natale. Oppure si possono lasciare a Babbo Natale vicino a un bicchiere di latte… A voi la scelta!

Per il menù di pesce, per la vigilia ho pensato a un antipasto zupposo, cioè la vellutata di zucca, porcini e lupini di mare . Il primo è un’altra specie di zuppa, anche se è più un brodetto, un sugo che si può accompagnare con riso, polenta o semplicemente del pane tostato ed è la mia zuppa di merluzzo e gamberetti , in assoluto uno di piatti più comfort che io conosca. Il secondo è invece una trota salmonata all’arancia e zenzero , fatta al forno, con un ottimo sapore e un riuscita molto facile.

Per il menù di carne ho scelto come antipasto degli stuzzichini da spizzicare accompagnati di una bollicina, ovvero i biscottini al pecorino. Come primo piatto una ricetta italo-francese la tagliatella al sugo di vino rosso e, come secondo, una delle mie ricette preferite in assoluto, ovvero il filetto di maiale con chutney di ananas e salsa al cioccolato , che forse ha qualcosa di francese, ma soprattutto ha qualcosa di orientale!

I primi due dolci che vi consiglio sono due grandi classici che non stancano mai, la crostata di ricotta e frutti di bosco e il ciambellone con crema al mascarpone e canditi. Infine, se volete un modo chic per presentare la frutta ecco l’aspic alla gelatina di birra e frutti invernali.

Buonissimi pranzi a tutti, questa settimana conto di pubblicare ancora un paio di articoli a tema Natale.

A presto!!!


Aspic alla birra e frutti invernali

Il Natale mi ha preso la mano. Ultimamente ho dedicato davvero diverso tempo ed energie alla ricerca degli addobbi. Sarà che è il primo anno che dispongo di una “casa” (per non dire monolocale) tutta “mia” (per non dire in affitto) da addobbare come mi piace. E il poco spazio richiede una progettazione degli spazi minuziosa. Per ora in effetti ho decorato i miei pallet (sì, io sono per il riciclo…), e ho fatto un alberino di Natale piccolo. Con tante lucine dappertutto. In attesa il presepe. Anche lui richiederà una preparazione minuziosa. In attesa le calze della befana (da attaccare al pallet).
Quando tutto sarà pronto sarà un ricordo da incorniciare. Il mio primo Natale da persona (quasi) indipendente  😯

E nel frattempo, sempre per entrare nel mood, ho iniziato la dieta del pandoro. A colazione pranzo e cena, io lo adoro  😛  . Ovviamente esagero, però mi piace e inizio per tempo a consumarlo. Non so se lo preparerò mai, ho un po’ di timore reverenziale su questo tipo di preparazioni.

Nel frattempo vi do un’idea per il pranzo di Natale, su come servire la frutta in modo “chic”. Io ho fatto la gelatina di birra, ma potete fare anche una gelatina di spumante, o di champagne. Vi consiglio di usare una birra chiara, non tanto “amara” e della frutta piuttosto dolce, i chicchi d’uva sono perfetti.

aspic-natale-con-scritta (altro…)

No Comments
POSTED IN: , ,


Torta alle banane, frutta secca e zenzero

Ci sono delle ricette che rimandano immediatamente a una stagione o a un evento. I dolci a base di frutta secca, che profumano di zenzero, ci riportano con la mente agli alberi di Natale e alle merende sotto l’albero, magari con una tazza di té caldo.

Questo cake è un dolce con tanta frutta, dolce ma non troppo, con la crema al limone che dà uno sprint in più.

torta-banane-frutta-secca-zenzero-3 (altro…)


Muffin vegan alla frutta secca e zenzero

Un paio di settimane fa ho partecipato a una giornata in un ristorante, interamente dedicata alla preparazione di dolci vegani. Devo dire che è stata un’esperienza molto interessante, dove ho imparato diverse cose. Questi muffin, che ho un po’ cambiato secondo i miei gusti sono uno dei dolci che abbiamo preparato (potete giocare col tipo di latte vegetale e con i tipi di frutta secca o al posto dell’amido usare la fecola).

Il profumo dello zenzero e il sapore della frutta secca ci portano alla mente il Natale e a quelle atmosfere magiche che esistono solo in questo periodo dell’anno.

Questi muffin prendono spunto dal gusto dei dolci natalizi più classici, in una versione vegana. Il risultato è una consistenza soffice, un dolce profumato e molto leggero, adatto a una colazione di Natale. Ma anche a un tè con le amiche, magari durante lo scambio dei regali.

La ricetta è molto rapida, potrete farli anche all’ultimo minuto per gustarli ancora tiepidi! (Non sformateli da molto caldi però!)

Muffin vegan frutta secca 1

Muffin vegan alla frutta secca e zenzero
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per sei muffin
Author:
Recipe type: dolce vegan
Ingredients
  • 250 g di farina di grano integrale
  • 50 g di amido di mais
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro e mezzo di bicarbonato di sodio
  • 70 g di zucchero di canna grezzo
  • Una manciatina di semi di lino
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 100 g di olio di semi di girasole più un po’
  • 1 bicchiere scarso di latte di soia (circa 150 ml)
  • Una manciatina di uvette
  • Una manciatina di mirtilli rossi secchi
Instructions
  1. Mescoliamo gli ingredienti “secchi”: la farina integrale, l’amido di mais, il cremor tartaro, il bicarbonato, lo zucchero di canna, lo zenzero.
  2. Facciamo rinvenire il poca acqua le uvette e i mirtilli rossi secchi.
  3. Mescoliamo l’olio di semi di girasole col latte di soia.
  4. Uniamo i due composti e mescoliamo fino a formare una pastella omogenea.
  5. Aggiungiamo le uvette, i mirtilli rossi, i semi di lino e mescoliamo.
  6. Ungiamo con l’olio di semi la teglia per i muffin e mettiamo due cucchiai in ogni stampino.
  7. Inforniamo a 180° per 15 minuti
  8. Lasciamoli raffreddare, li sformiamo e li serviamo.

Muffin vegan frutta secca 3 Muffin vegan frutta secca 4

Vi faccio tanti auguri di buon Natale…

a quelli che mi seguono regolarmente, che mi sostengono, a quelli che sono di passaggio, a quelli che sono passati una volta poi non sono tornati più, a quelli che adorano farsi i fatti miei, a quelli che guardano unicamente le foto, a quelli che criticano aspramente le foto, a quelli che amano la mia cucina, a quelli che semplicemente se ne sbattono…

I miei migliori auguri!

Ci sentiamo dopo Natale!


Le mie idee per i pranzi (e i cenoni) delle feste

Quest’anno ho deciso di tornare a una vecchia consuetudine del mese di dicembre mia come di diverse altre blogger, ovvero il menù delle feste!

Sono proprio orgogliosa del mio menù! Parla di me, pur rimanendo fedele al tema delle feste. Un po’ di Emilia, un po’ di Romagna, un po’ di Francia, un po’ di tradizione e un po’ di freschezza. E un po’ di cose che semplicemente fanno parte di me e della mia famiglia, come gli stinchi di maiale e la pavlova. Inutile dire che io mangerei tutto, facendo il bis. Se c’è un rammarico è l’impossibilità di pubblicare un menù di pesce. Mi piace tanto il pesce, ma preparo poche volte e sempre allo stesso modo. E di conseguenza sul blog compare poco.

Un’altra cosa che vorrei che ci fosse è un menù vegano. Ma ci sto lavorando, il prossimo anno arriverà! Intanto, per accontentare anche i vegetariani, la ricetta al centro di ogni trittico è una proposta senza carne (o facilmente adattabile).

01_antipasti piccola

Crostini con i bruciatini (Romagna)

Camembert al forno e fichi (Francia)

Tarte tatin di carote e speck 

01_Primi

Ravioli ripieni di mele e salsiccia

Zuppa imperiale (Bologna)

Tagliatelle con sugo di salsiccia (Emilia)

01_Secondi

Roastbeef con salsa ai lamponi (Inghilterra)

Uovo poché con asparagi selvatici 

Stinchi di maiale al forno (Austria)

01_Dolci

Pavlova ai frutti di bosco (Nuova Zelanda)

Involtini di frutta secca e mascarpone di Carlo Cracco

Mangia e bevi di ginger ale e mango (cincin!)

Vi saluto e vi do appuntamento a lunedì per qualche ultimo consiglio, la prossima settimana non so bene cosa riuscirò a fare, ma un post o due sicuramente sì. Se non altro per gli auguri 😀

A presto!!!


Zuccherini digestivi

Quest’anno, come sempre di questi tempi, vi voglio proporre la mia idea per i regali di Natale per agli amici.

Facendo un escursus veloce, anno scorso è stata la volta dello scrub fatto in casa e dell’olio al peperoncino. l’anno prima dei canditi di zenzero, anno prima ancora del sale e zucchero aromatizzati e del preparato per il vin brulé. La cosa buffa è che, in questo modo, in miei amici sanno già in anticipo cosa gli arriverà da parte mia 🙂 ma che ci posso fare? La condivisione è anche questo e pubblicare i regali dopo Natale non avrebbe mica tanto senso 😀

Quest’anno ho pensato a una chicca, un fine pasto che piace un po’ a tutti, protagonista di tante serate finite in festa (o in drammi… Consumateli con moderazione!). Sto parlando degli zuccherini sotto spirito. Le mie versioni hanno vari aromi, ci si possono mettere un sacco di cose, anche cannella, chiudi di garofano e chicchi di caffé stanno molto bene.

Come si consumano? Sono un fino pasto, si usano quindi come digestivo, ma anche per correggere e zuccherare il caffé.

Vi ho convinti? Continuate a leggere 🙂

zuccherini alcolici 3

Zuccherini digestivi
 
Author:
Recipe type: gift handmade
Ingredients
  • zollette di zucchero
  • ¾ di alcool etilico
  • ¼ di sciroppo di menta o di amarena
  • semi di anice
  • fave di cacao
  • buccia di limone
  • nastrini ed etichette per la confezione
Instructions
  1. Riempire i vasetti con le zollette di zucchero e gli aromi.
  2. Mischiare i ¾ di alcool con ¼ di sciroppo e versare nei vasetti con le zollette.
  3. Gli abbinamenti che ho fatto io sono: menta e anice, menta e buccia di limone, amarena e fave di cacao.
  4. Lasciare riposare per una decina di giorni almeno.
  5. Decorare i vasetti con i nastrini e le etichette per una confezione più personalizzata.

 zuccherini alcolici 1

zuccherini alcolici 2

zuccherini alcolici 4

Un altro regalo che quest’anno farò ad alcune amiche, quelle che amano cucinare, è il nostro (bellissimo) libro. “Il gusto della Terra“.  Ne ho parlato tanto quando è uscito, ma ne riparlo volentieri.

Questo libro è stato scritto a tante, tantissime mani. È nato dalla community delle blogalline, curato da Lina D’Ambrosio e Cri Panizzuti ed è il primo prodotto nato dalla collaborazione delle Blogalline con la Net Addiction. Ognuna delle partecipanti ha scritto una pagina. Ovvero una ricetta. Ogni capitolo è un ingrediente dei paesi in via di sviluppo. Ogni ricetta è una ricetta semplice ma sfiziosa. Le foto sono magnifiche. I diritti d’autore sono devoluti interamente al Banco Alimentare, quindi acquistarlo è doppiamente una cosa buona. Cosa volere di più?

Nel caso qualcuno sia curioso, il mio contributo è un primo (e poteva essere diversamente? 😀 ). E sono gli spaghetti aglio olio e peperoncino al pesto di pomodori secchi e noci (il mio ingrediente base erano i semi oleosi). Per acquistarlo cliccate qui.

Vi saluto e vi do appuntamento a giovedì per i miei menù delle feste 🙂

smuack! e buona settimana!

6 Comments
POSTED IN: