Tag Archives: light

Smoothie ai frutti di bosco

Buongiorno e ben trovati!

A una settimana dalla fine delle feste direi che siamo tornati alla normalità. Io ho ripreso a lavorare a pieno ritmo, il lunedì è sempre il giorno peggiore della settimana e fa freddo. Purtroppo a Ravenna non nevica, o almeno non abbastanza da farmi svegliare con quel sorrisetto che mi si apre quando guardo dalla finestra ed è tutto bianco. Anche se sono refrattaria al freddo, adoro la neve. La trovo un elemento estremamente meditativo.

Con la normalità del dopo-feste ho il desiderio di mangiare sano per rimediare agli stravizi. Quindi ho deciso di pubblicare uno smoothie, ovvero un frullato ai frutti di bosco. Per me è perfetto per la colazione.

Si può proporre anche ai bambini, così colorato sicuramente lo mangeranno volentieri!

(altro…)


Vellutata di zucca, porcini e lupini di mare

Buongiorno e bentornati!

Oggi è lunedì e serve una bella carica per affrontarlo… Dovete sapere che solitamente scrivo i post la domenica sera e li pubblico mentre vado a lavorare, in treno. Potete immaginare il mio stato d’animo in questo momento. Ultimamente il tempo mi passa talmente in fretta che riesco a fare metà delle cose che vorrei… Che poi, a dirla tutta, quando sono a casa, io sono la prima a prendermi le cose con calma. In questo mi piace essere un po’ signora, concedermi il lusso di passeggiare, guardare una serie tv che durante la settimana era rimasta indietro, bere un tè, girare per negozi. Ultimamente sono diventata una super addicted dei negozi di arredamento e articoli per la casa.. Ormai tutti i fine settimana tra gli altri giri ne faccio uno da Coin (per non comprare quasi mai niente…) ma anche da altri negozietti più piccoli ma altrettanto deliziosi.

Poi, Zara, per l’abbigliamento, anche se, sono sincera, i miei preferiti rimangono sempre le non-catene, quelli che si trovano solo in un posto e che hanno articoli di tanti marchi diversi, pochi ormai!

Quella in foto è una vellutata giusta per aprire una cena. Una cena forse d’autunno o forse di pesce 🙂 le valve delle vongole (lupini) sono scenografiche, ma, se le volete mettere, vi consiglio vivamente di non metterne tante nel piatto e di mettere in ogni caso un piattino e una forchetta perché chi le mangia possa mangiare poi la zuppa senza gusci in mezzo…

Se vi piace potete tostare del pane e servirlo insieme!

vellutata-zucca-porcini-lupini-3

Per due persone

  • uno scalogno
  • uno spicchio d’aglio
  • una patata media
  • 300 g di zucca già pulita
  • 15/20 g di funghi porchini secchi
  • 500 g di lupini di mare (o di altre vongole che piacciono a voi)
  • olio evo, pepe bianco
  • un ciuffo di rosmarino
  1. Per prima cosa puliamo i lupini di mare. Li lasciamo spurgare in acqua e sale dalle 3 alle 6 ore cambiando l’acqua ogni due ore ed eliminando quelle rotte.
  2. Tagliamo la zucca a pezzettini. Sbucciamo la patata la tagliamo a pezzetti e tritiamo finemente lo scalogno. Mettiamo in acqua i funghi porcini secchi per farli rinvenire.
  3. A questo punto prepariamo sul fornello 3 pentole.
  4. In una piccola mettiamo a scaldare un bicchiere abbondante d’acqua.
  5. Nella seconda mettiamo un giro d’olio, metà dello scalogno, l’aglio schiacciato (che a cottura ultimata toglieremo) e i lupini di mare. Facciamo cuocere coperto per una decina di minuti, fino a che saranno ben aperte.
  6. Mettiamo poi terza pentola con un po’ d’olio dove facciamo soffriggere l’altra metà dello scalogno. Aggiungiamo anche la zucca, la patata e i funghi scolati dell’acqua. Aggiungiamo il bicchiere d’acqua calda e lasciamo cuocere coperto.
  7. Nel frattempo ci armiamo di pazienza, togliamo il mollusco a quasi tutti i lupini, lasciandone indietro una piccola parte, per guarnire.
  8. Aggiungiamo l’acqua che i lupini hanno fatto in cottura alla zucca e facciamo cuocere per 10/20 minuti, fino a che la zucca si disferà.
  9. Terminato questo tempo frulliamo le verdure col minipimer, assaggiamo e regoliamo di sale.
  10. Aggiungiamo i lupini sgusciati, il rosmarino tritato e il pepe.
  11. Impiattiamo aggiungendo a ogni piatto qualche vongola con le valve, quelle che abbiamo tenuto da parte.

 A proposito del non avere tempo, come dicevo, sono abbastanza stanca in questo periodo. Quindi quella cosa, bellissima, che avevo iniziato a fare quest’estate, ovvero le video ricette e le foto ai passaggi, per ora va un po’ in stand by perché una ricetta filmata o i cui passaggi sono fotografati, richiede decisamente molto più tempo e, lo confesso, al momento non ce l’ho. Spero di riprendere a farlo però 🙂

Intanto vi do appuntamento a giovedì mattina per un nuovo articolo, un grande revival qui alla cuisine 🙂

A presto guyz!


Trota salmonata all’arancia e zenzero

Questo è un articolo importante perché chiude, per ora, il capitolo di pesce che ho aperto a maggio. Se tornate un po’ indietro coi post infatti, noterete che è da un po’ che pubblico solo pesce, con qualche torta e qualche viaggio in mezzo, of course! Alcuni di questi piatti sono un po’ estivi, altri, come questo, un po’ per tutto l’anno. Riprenderemo in mano l’argomento a Natale per il cenone delle feste 🙂 io ci penso già, ormai lo sapete che per il Natale sono un po’ malata  😛

A proposito di feste, domani compio gli anni e anche se non c’è più un motivo vero di felicità nel tempo che passa, c’è nel celebrare un anno di cose belle e nell’augurarsi che siano ancora di più in quello che viene; quindi sto lavorando per un giveaway che spero di far uscire a giorni. Intanto sintonizzatevi sulla mia pagina facebook, partirà senz’altro da lì!

Tornando alla ricetta di oggi, ha come protagonista un pesce che mi piace molto, la trota salmonata. È buona ed è anche abbastanza economica. Io al mercato ho trovato dei bei filetti e così vi consiglio di procurarvela.. Oppure intera che dovrete però incidere sul lato della pancia per togliere spine e viscere.

trota-salmonata-1 (altro…)

4 Comments
POSTED IN: ,


Calamari ripieni di panzanella

Prima di andare in vacanza volevo lasciarvi una ricetta di pesce estiva, che più estiva di così non si può! Calamari, pomodori, olive e friselle. Di una semplicità estrema, per un risultato davvero notevole. Sono i miei calamari ripieni di panzanella, la famosa insalata toscana fatta di pomodori pane cipolle e aceto. Io ci ho messo le friselle perché le amo, in alternativa potete farne una ricetta del riciclo e usare il pane raffermo di qualche giorno. Importante è che i pomodori siano molto rossi, quelli che ci sono in questo periodo.

Si può usare il basilico ma io ho scelto l’origano perché mi piace molto il suo profumo nella panzanella e mi ricorda tanto la Grecia.

Ho deciso di fare anche un esperimento di video ricetta, siate clementi, c’è margine di miglioramento ancora! Consiglio comunque di guardalo, specialmente se siete alle prime armi, un come-si-fa vi potrà essere utile.

Come vi raccontavo me ne vado in ferie, è così tanto tempo che non faccio un bel periodo lungo in viaggio e mi manca così tanto che non sto nella pelle. Dove? Me ne vado in Finlandia per un bel giretto tra città, laghi e paesaggi. Ma lo sapete che il post di viaggio non potrà certo mancare  😉

A propositoQui la mia ultima zonzolata in Grecia di maggio 🙂

Quindi il blog chiude i battenti per due settimane circa MA potete seguirmi su instagram, qui, dove cercherò di pubblicare, almeno giornalmente quello che staremo facendo. E quello che staremo mangiando ovviamente (ormai mi conoscete)  😉

calamari ripieni panzanella 3

(altro…)


Zuppa di merluzzo e gamberetti

Buongiorno!

Oggi è una bella giornata. Sono reduce da un raduno in Umbria del network di iFood, di cui faccio parte con tanto orgoglio. Sono molto carica, vedere tutte le facce con cui interagisco tutti i giorni, le persone che condividono con me la “quotidianetà virtuale” fa sempre molto bene. In più abbiamo partecipato a un blogtour a Montefalco ospiti del produttore di vino Arnaldo Caprai, visitato le cantine e mangiato su una terrazza con vista sul vigneto. Io mi sono sentita davvero una signora 🙂

E le mie pubblicazioni continuano, questa volta valorizziamo il merluzzo, un pesciolino modesto che permette di sbizzarrirsi con la creatività. Io l’ho messo al centro di una zuppetta di pesce da mangiare bollente in inverno, tiepida d’estate.

In ricetta trovate l’acqua salata in ebollizione (da unire al pesce), per creare una specie di bisque molto buona e saporita. Se vi capita di avere a disposizione l’acqua delle cozze (io quando non la uso la conservo in freezer, è preziosissima!) usatela al posto dell’acqua salata, darà un tocco in più!

zuppetta di merluzzo 2

(altro…)


Rotolini di carpaccio di pesce spada e melone

Lo so, sono stata via per un sacco di tempo. Ma sono stata così occupata da far passare in secondo piano tutto il resto!

Prima di tutto mi sto occupando come contributor per un magazine online, appena sarò live vi mostrerò il mio lavoro perché ne sono orgogliosa 🙂

questo vuol dire numerose serate al lavoro dopo un altro giorno di lavoro… Sono contenta ma mai come ora desidero le vacanze!

Sabato mettendo da parte ogni pensiero sulle consegne ho fatto una passeggiata per i saldi e questo mi ha davvero rigenerata. Ho comprato un po’ di abiti di prima necessità (pantaloni e gonne) ma anche quelle cose che più di tutte fanno bene all’anima, gli accessori! Mi sono tolta lo sfizio di un cappello enorme (che con questo caldo sta perfetto),  ogni tanto ci vuole 🙂

Mai come in questo periodo ho voglia di questo tipo di piatti, velocissimi e freschi! Continuo a preferire il melone col pesce o col formaggio visto che non sono un’amante del prosciutto e melone.

Questa idea è perfetta anche nel caso di ospiti dell’ultimo minuto e…. non occorre accendere i fuochi, con questo caldo non guasta!

Ho scoperto infatti che esiste questo carpaccio di spada in vendita al supermercato… fantastico.. Tagliato sottile e trattato con un po’ di sale, pronto da servire. Magari per molti è la normalità ma io non lo conoscevo!

involtini di carpaccio di pesce spada 3

(altro…)


Sardine marinate

Avevo detto che questa settimana avrei fatto il bis ed eccomi qui! Pepepepepepe sono strafelice perché questo pesce mi piace tantissimo (zazzueera zazzueera… aeiou y). E oggi le sardine le facciamo marinate 🙂

Volevo pubblicare prima, poi una serie di cose si sono susseguite e non ho più avuto tempo.

Per la pulitura delle sardine vi rimando al post precedente, come vi dicevo, secondo me conviene sempre spendere uno-due eurini in più e prenderla già pulita.

Ecco alcuni modi per abbinare le sardine, sono anche abbinamenti che si trovano abbastanza comunemente in Romagna (a parte la cipolla rossa, quella è un po’ più sudista 😉 ):

Oppure fate un bel piatto tipo questo, una fetta di pane tostato e ve le mangiate così  😀

sardine marinate 2

(altro…)