Tag Archives: Biscotti

Biscotti alla crema di nocciole

Buongiorno a tutti!

Mi sento un po’ emozionata per questo primo post del 2017!

Ho deciso di iniziare l’anno al massimo della dolcezza e pure della furbizia, perché questi biscotti si fanno in un attimo. L’impasto non necessita nemmeno di riposo e sarete sorpresi da quanto sono buoni. Vengono dal blog di un’amica di vecchia data, Barbara, qui trovate il link alla ricetta originale.

Per la crema, io ho usato un prodotto che viene da un regalo, lo swap natalizio, dove Cristina, tra le altre cose, ha messo una magnifica crema di nocciole Venchi all’olio di oliva. Non crederete che cosa magnifica è… Ma se non avete una materia prima di questo tipo, anche la nutella si difende bene.

 

(altro…)


Mendiants

Passato Natale, passate le cene, rimaniamo noi e un nuovo anno che arriva.
Io mi riassesto tra prese di coscienza, scontri con la realtà (capocciate contro il muro direi..) e attacchi di consapevolezza (i miei preferiti).
Mi piace pensare che ogni anno che passa siamo un po’ di più. Un po’ più grandi, un po’ più belli, un po’ più saggi. E con obiettivi che crescono con noi.
Voglio un lavoro, voglio vicino a me persone vere, sono consapevole di quello che posso fare. Molto più di un anno fa ed è bellissimo.

I Mendiants, il nome significa mendicanti, sono cioccolatini francesi semplicissimi da farsi e golosissimi. Riempiteli di frutta secca.. non si resiste 🙂 Ah e mangiateli a Capodanno che portano bene!

Ingredienti (per circa 20 cioccolatini)

300 g di cioccolato fondente
2-3 cucchiai di latte (facoltativo)
una noce di burro (facoltativo)
frutta a guscio (mandorle, noci, pinoli)
frutta essiccata assortita (uva, mele, albicocche, mirtilli rossi)

Sciogliamo il cioccolato a bagnomaria con latte e burro. Prepariamo un foglio di carta forno e, aiutandoci con un cucchiaino modelliamo i dischi di cioccolato.
Su ogni disco incastoniamo un po’ di frutta secca a piacere (premendo un po’).
Facciamo rapprendere il cioccolato in un luogo fresco, ma non in frigorifero.

Con questa canzone che mi martella in testa da quando ho iniziato a scrivere vi saluto!
Si può fare si può fare, si può prendere o lasciare, 
si può fare si può fare, puoi chiedere e trovare, 
insegnare, raccontare, puoi fingere, mentire, 
poi distruggere incendiare e ancora riprovare.

Se non comparirò più da qui al 31, che è probabile, vi faccio i miei migliori auguri per un sereno 2015.
Vi auguro di viverlo al massimo, brucianti e appassionati alla vita, che è dolce-amara come i miei Mendiants. 
Si può fare:D
A presto!

Tartufi al cacao e crema di castagne

Potrei spendere fiumi di parole sui tartufi. Sulla loro capacità di mettere d’accordo tutti, sul fatto che una volta assaggiati si perde il senno, ci si innamora della blogger, si iniziano a dire cose senza senso (ebbene sì.. altro che cocaina..), sul fatto che sono rapidi e che sono un perfettissimo pensierino per il Natale. Poi hanno il cioccolato. Come non amare il cioccolato?
Più o meno un anno fa ne avevo fatto un’altra versione altrettanto goduriosa, qui. Quelli di oggi sono un po’ diversi, soprattutto sono a base di crema di castagne. Ho preso l’idea da Elena, nel suo “Il giardino dei ciliegi” rifacendoli simili il week end passato (di diverso c’è praticamente solo il tipo di liquore).. E me li sono portati a spasso offrendoli a tutti gli amici che ho incrociato!

Ingredienti (per circa 35 tartufi)

400 g di crema di marroni alla vaniglia
100 g di cioccolato fondente
80 g di cacao amaro in polvere
2 cucchiai di crema di whisky
cacao amaro in polvere per la finitura

Facciamo sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria. Lo mischiamo poi alla crema di marroni, al cacao amaro e alla crema di whisky e mescoliamo bene fino a renderlo omogeneo.
Verrà un composto sodo ma ben appiccicoso.
Per fare le palline conviene usare pochissimo impasto alla volta (piccoli is better!) e buttarlo subito nel cacao per lavorarlo meglio, poi fare le palline rotolandole tra le mani.
Conserviamoli in frigorifero.
A presto amici!

Cookies al cioccolato e sale dolce di Cervia

I primi giorni di settembre hanno sempre qualcosa di molto bello. Da un lato la vita riprende e c’è l’affanno su tutto quello che ci aspetta. Dall’altro c’è la magia di nuove cose, nuove aspettative, agitazione per tutto questo. La natura riposa, le persone invece si rimettono in moto.
Quest’anno mi stanno succedendo tante cose, spero fra un anno di riguardarmi indietro e di sorridere di fierezza.
Spero anche di avere un po’ meno paure e un po’ più di certezze.
Mentre fra 40 anni spero di svegliarmi in una baita e vedere solo montagne intorno a me, ma questa è un’altra storia…
Questi biscottoni sono quanto di più ghiotto ci si possa aspettare da un cookie. In commercio così non se ne trovano, poi c’è quella spolverata di sale dolce della nostra Cervia che ci sta proprio benino.. Provare per credere!
Questa ricetta è stata presa da Sale&Pepe di agosto.

Ingredienti:

150 g di farina
120 g di cioccolato fondente
100 g di zucchero
120 g di burro a temperatura ambiente
30 g di cacao amaro in polvere
un uovo
un cucchiaino di lievito per dolci
sale marino di Cervia

Tagliamo il cioccolato a pezzetti e lo mettiamo a sciogliere a bagnomaria a fiamma dolce.
Montiamo il burro morbido con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, uniamo poi l’uovo mescolando bene. 
Aggiungiamo anche la farina setacciata col cacao e il lievito.
Uniamo alla fine il cioccolato fuso tiepido (attenzione che non sia troppo caldo).
Amalgamiamo bene gli ingredienti.
Preriscaldiamo il forno a 180°.
Per fare i cookie possiamo prelevare porzioni di impasto con un porzionatore da gelato, di quelli piccoli.
Mettiamo i biscotti su una teglia foderata di carta forno e cospargiamoli con un po’ di sale dolce.
Cuociamo per circa 20 minuti.
Serviamoli accompagnati col gelato.

A presto!


Mezze lune di frolla, confettura di fichi e noci

Non so da voi, ma qui in Romagna piove ininterrottamente da due giorni. Forse di più. E io, da brava persona con l’umore dipendente dal meteo sono sempre rallentata. Sono arrivata al punto che vivo in funzione del venerdì, le giornate all’università sotto la pioggia battente non finiscono mai.
Sono giorni in cui mi incanto, fatico a tenere l’attenzione. La mia testa è altrove. E sono spesso un po’ stanchina. Ma mai triste:)
I miei fine settimana sono un pieno di uscite-appuntamenti-cucina-feste. La cucina fa un passo indietro, come dicevo nello scorso post. Ma che volete farci? Il mio blog è importante ma, al momento, non lo posso considerare la priorità.
Mi manca solo una cosa, il mio adorato sport, che spero di incastrare tra un impegno e l’altro:)
Lo scorso fine settimana mi ero messa in testa di preparare le pere ripiene in crosta. Come dicevo con alcuni, mi sono venute una ciofeca. Buone, ma completamente spatasciate. La crosta si è appiattita del tutto ed erano proprio bruttine 🙁
Per fortuna avevo ancora a disposizione tanta pasta frolla e ho deciso di farne dei biscottini ripieni di fichi e noci… Questi forse sono banali ma vi assicuro che fanno contenti tutti e, in questo modo, ne approfitto per darvi la ricetta della mia confettura di fichi:)


Ingredienti (per la confettura di fichi):

3 hg di zucchero
1 kg di fichi
1 limone bio (le scorze e un po’ di succo)

Ingredienti (per le mezze lune)
pasta frolla (la vostra, oppure quella che trovate qui)
noci 
un goccio di latte
Per la confettura
Tagliamo i fichi in 4 parti. Poniamo in una padella antiaderente con lo zucchero sopra e il limone. Cuociamo a fiamma vivace per i primi minuti, poi abbassiamo. Mescoliamo ogni tanto. Sono pronti quando saranno un composto denso. Possono essere frullati col minipimer o lasciati a pezzetti.
Per le mezze lune
Stendiamo la pasta frolla sottile (1 mm circa) con un matterello infarinato, su una spianatoia con un po’ di farina. Tagliamo le forme con un bicchiere (o un coppapasta) e ci mettiamo sopra un pezzetto di fico e uno di noce. Chiudiamo a metà fermandole con le dita. Spellelliamo con un goccio di latte i biscottini.
Cuociamo a 180° per 15-20 minuti circa (io ventilato).

Una bella tazzona di te, una finestra, il plaid e questi biscotti hanno trovato il loro destino:D
Un bacione:*

Con questa ricetta partecipo al contest di Due sorelle in cucina

E a quello di Una Fetta Di Paradiso

E a quello di Mamma mia quante ricette


Frollini al mandarino e curcuma

Ieri mattina sono stata a una riunione di organizzazione per il mio laboratorio di laurea. Al momento mi piace tutto, il professore, gli argomenti, le modalità. D’altra parte può essere solo così, visto che l’ho scelto io! Quando ci saranno le prime notti in bianco per consegnare in tempo forse mi maledirò, ma fa parte del gioco anche quello.
In più mi pare di stare lavorando bene sul mio corpo. Lo sport mi rende più reattiva, il gioco di squadra fa bene all’umore, l’osteopatia mi ha fatto passare i gran mal di schiena e ultimamente sto iniziando a porre rimedio a un problema metabolico che mi rendeva sempre stanca. Per ora si sta così. Domani non lo so. Dopo domani nemmeno.
Se questi biscotti sono GIALLI non è perchè sono radioattivi. Nemmeno perchè sono biscotti Simpson. Ma perchè la curcuma è un ottimo colorante insieme alla buccia di mandarino. Inoltre danno un profumo e un sapore buono, delicato e fresco.
Questa idea l’ho vista da Fico secco & Uva passa, ma ho cambiato diverse cose, sia nella frolla che nella peculiarità dei biscotti, vi scrivo la mia ricetta e ve la consiglio caldamente.


Ingredienti:

150 g di farina
70 g di burro a temperatura fuori frigo
1 tuorlo
50 g di zucchero
1/2 cucchiaino di curcuma
2 mandarini

Sbattiamo il burro a pezzi con lo zucchero fino a rendere il composto omogeneo. Aggiungiamo poi la farina e il tuorlo e continuiamo a mescolare. Io a questo punto impasto sempre con le mani perchè mi riesce meglio. Aggiungiamo la curcuma e la buccia grattugiata dei mandarini. Aggiungiamo anche il succo di uno dei due mandarini e continuiamo ad impastare. Se il composto ci viene troppo morbido (è una frolla, deve essere un po’ appiccicosa ma compatta) aggiungiamo un po’ di farina.
Lasciamo riposare la frolla in frigorifero per una mezz’ora.
Preriscaldiamo il forno a 180°.
Tiriamo la pasta su un piano infarinato (io l’ho fatta spessa 1-2 mm circa) e ricaviamo gli stampini.
Cuociamo in forno per 10 minuti circa

A presto!


Biscottini di pasta di mandorle (prove di Natale #4) e grazie!

E anche da me arrivò lo spirito natalizio. Non tanto a dire la verità e non necessariamente. In fondo chi me lo fa fare di sentirlo per forza? Una cosa però la voglio fare ed è spendere due parole per voi. Cioè per il blog, perchè il mio blog siete prima di tutto voi, carissimi che mi seguite.
E così accendo qualche candela, metto su una musica rilassante e penso. Non tanto ai bilanci, quelli si fanno a fine estate, ma qualche dedica e qualche parola gentile sì. Dopotutto è Natale.
Sto cercando di fare mente locale per rendere al meglio quello che vorrei dire. Quest’anno è stato un anno sereno per me. Non ci sono stati stravolgimenti nella mia vita ma le cose sono andate avanti e hanno fatto il loro corso più che bene. Sono felice dell’università, sono felice dei miei rapporti e sono felice della mia forma fisica. Ci sono cose che ancora mancano o non sono del tutto compiute, ma essere completamente “compiuti” penso sia una condizione che non farà mai parte di me. Io sono ricerca continua e questo penso sia la mia peculiarità, se non, per usare una parola grossa, la mia bellezza.
Tornando al blog, la cosa più facile che mi viene da dirvi è grazie, questa volta provo a farlo in modo più personalizzato, vediamo se mi riesce senza dimenticare nessuno.
Grazie Renata, Yrma, Valentina, Ombretta, Ely, Federica, siete i miei raggi di sole, in un modo o nell’altro tornate sempre e sempre con un sorriso.
Grazie Ileana, sei tanto dolce e non hai mai smesso di dedicarmi una parola gentile.
Grazie Mary, la tua introspezione e il confronto con te è sempre un grande arricchimento.
Grazie Dani, Mammalorita, Zonzolina, Valentina, la vostra positività e allegria è contagiosa.
Grazie Tina, Sabina, Melania, Meri, Emanuela, Rosalba, Claudia, Patty, Cri, Monica, quando arrivate voi il mio blog è sempre più bello e ha quel qualcosa in più che si chiama qualità.
Grazie Claudia, sei, forse l’unica, che mi segue ancora da quando la cuisine è nata.
Grazie Giovanna. Oltre al tuo blog, bellissimo e alle tue parole gentili, quest’anno mi hai aiutato a scegliere e a riprendere in mano le letture. Un hobby lasciato a giacere da tanto tempo.
Grazie Monique. Sei una persona tanto carina quanto altruista (e sei anche una delle poche blogger che ho conosciuto prima su facebook che tramite il blog!)
Grazie Vaty. Perchè mi hai aiutato. Perchè sei una blogger dolcissima che ci dona suggestioni ad ogni post.
Grazie Michela. Ci sei stata quando ho avuto bisogno (informaticamente parlando) e questo non si scorda.
Grazie Roberta. Ti voglio bene e ti sono grata per tutte le parole che hai speso per me. Sei molto più saggia rispetto a come tu stessa ti dipingi (ecchecazzo! :p)
Grazie V@le e Benedetta. Le mie compagnette storiche di università. Con voi c’è un rapporto di vita vissuta. Confrontarci faccia a faccia è servito più volte e spero che continueremo su questa strada.
Grazie Carlotta. La prima vera amicizia tramite blog. Non è ancora un’amicizia stretta, ma sono stata felicissima che il blog mi abbia portata a conoscerti.
Grazie alle new entries: Valelatte@cioccolato, paneamoreceliachia, Fulvia, Babe, Marina Paris, Simona, Artemisia, Simona, Antonella, Inco, Antonietta, Francesca, Fico&uva, Squisito, Giada V, Luca Monica. Mi state dando fiducia e contribuite a rendere bello il mio blog.
Grazie Fabiano e grazie Ennio, due nuove new entries maschili. Si vede che siete blogger competenti e che sanno il fatto loro e questo, nel nostro mondo, non guasta.
Infine grazie a tutti quelli che mi seguono silenziosamente, anche le vostre visite parlano, eccome se lo fanno, quest’anno nelle statistiche sono cresciuta notevolmente ed è davvero un bel segnale.
E ora veniamo alla ricetta. Ormai siamo agli sgoccioli e questi biscottini sono davvero veloci. Oltre che per dei pensierini sono ottimi serviti col caffè post-pranzo. Sono con la mia amata pasta di mandorle, ho scoperto che è molto facile da fare e ne ho prodotta in quantità!

Ingredienti:
200 g di farina di mandorle
200 g di zucchero
80 ml di acqua
1 pizzico di estratto di vaniglia
ciliegie candite e mandorle

Mettiamo l’acqua con lo zucchero in una pentola, accendiamo il fuoco e facciamo sciogliere portando a ebollizione mescolando continuamente. A questo punto aggiungiamo la farina di mandorle un po’ alla volta, continuando a mescolare. Aggiungiamo anche l’estratto di vaniglia e togliamo da fuoco.
Versiamo la pasta di mandorle su un tagliere e facciamo riposare per mezz’ora. Impastiamo poi per 10 minuti.
Accendiamo il forno a 180°.
Prepariamo i biscotti facendo delle piccole palline schiacciate (se preferite potete farli tipo spumini con la sac-à-poche) e guarniamo ognuno con una ciliegina candita o con una mandorla.
Cuociamo in forno per dieci minuti al massimo (appena diventano leggermente dorati sono pronti).

Vi bacio a tutte e ci sentiremo ancora per gli auguri veri e propri di buon Natale!