Author Archives: Claudia Casadio

Risotto alle bietoline e ricotta stagionata

Buongiorno! Anche se siamo quasi in estate c’è ancora una possibilità per questo risotto.. Almeno per quanto mi riguarda  😆  Ci sono le bietoline, la ricotta stagionata, la zeste del limone. Io ho aggiunto anche qualche fetta di ravanello crudo. Per me ci sta davvero bene!

Per due persone:

  • 180 g di riso carnaroli (o un riso per risotti che vi piace)
  • un mazzetto di bietoline (20-30 g)
  • mezza cipollina rossa piccola
  • mezzo litro di brodo vegetale caldo
  • 30 g di ricotta stagionata
  • una noce di burro
  • zeste di un limone bio
  • olio d’oliva, sale e pepe
  • due ravanelli

Tritiamo finemente la cipolla e la facciamo soffriggere dolcemente nell’olio. Aggiungiamo il riso e lo tostiamo. Aggiungiamo anche le bietoline spezzettate grossolanamente. Aggiungiamo il brodo caldo un po’ per volta e lasciamo cuocere.

Grattugiamo la ricotta.

A cottura teminata, spegnamo il fuoco, aggiungiamo il burro, la ricotta e mescoliamo. Aggiungiamo un po’ di pepe e aggiustiamo di sale.

Su ogni piatto grattugiamo un po’ di zeste di limone e disponiamo qualche fettina di ravanello.

A presto!


#iFoodinStore allo Scavolini Store di Piacenza

Buongiorno!

La data di Piacenza è stata un’importante “episodio” nella serie di iFoodinStore in giro per l’Emilia Romagna. Della giornata ricorderemo un viaggio lungo in cui abbiamo attraversato praticamente tutta l’Emilia, tagliandola trasversalmente, una giornata molto calda, un’accoglienza con un manifesto gigante con i nostri nomi, uno showcooking in vetrina, una marea (no, non sto esagerando) di persone attente e partecipative. Due ricette super, quelle di sabato, la mia, la crema di ceci con cozze e pane carasau, pubblicata qualche giorno fa, quella di Meris, cous cous di lupini con mazzancolle, capesante e stracciatella.

(altro…)


My Italian burger

Buongiorno! Oggi faccio una cosa un po’ diversa e vi offro.. un hamburger! Precisamente un italian burger, quindi un hamburger a modo mio! L’impasto dell’hamburger è molto classico, con quelle salsette tanto buone che sono più anglosassoni che nostrane; nella finitura dell’hamburger però, ho cercato di reinterpretare ogni ingrediente alla mia maniera. Quindi il cheddar diventa pecorino, il pomodoro diventa un piccadilly confit, la salsa è senape mista a miele, la lattuga è un’insalatina di germogli. Ah e non dimentichiamoci del pane, la mitica rosetta!

L’accortezza più importante che, a mio avviso, bisogna avere quando si fa l’hamburger, è essere certi che il macinato sia fatto al momento, o comunque in giornata. La carne trita va fatta e consumata. In caso non consumaste subito gli hamburger, li potete, ovviamente, congelare.

Al posto dei nachos ho messo i triangoli di mais di Fior di Loto, altrettanto saporiti, un po’ più sani, io li ho amati subitissimo!

(altro…)


Pasta e fagioli con vongole e tahin

Quando ero piccola ero la classica bambina che faceva amicizia con le persone attraenti. Se vedevo in un’altra bambina una caratteristica che avrei voluto avere io finivo col seguirla in ogni cosa che faceva. Non era una vera amicizia, era più una morbosa attrazione. Non ho mai avuto una gran personalità emergente e questo mi è sempre dispiaciuto.

Ma questo mi ha dato la spinta per distinguermi nelle scelte personali. Quando si è sempre parlato sottovoce poi il grido, quando esce, è forte e chiaro. Così è stata la mia vita, un susseguirsi di sottovoce e di importanti prese di posizione.

Oggi di amiche ne ho davvero poche. E per quelle poche che ho, sono molto fiera di come sia cambiata la nostra amicizia, di come si sia evoluta. Ci ho riflettuto molto questi giorni. Non so per quale motivo ma ultimamente rifletto tanto sulle persone che fanno parte della mia vita.

Penso che questa sia la verità nei rapporti. Bisogna lasciarsi cambiare insieme a loro. Solo così dureranno in eterno.

E in eterno credo che durerà il mio amore per i legumi. Potrei passare degli inverni interi mangiando pasta e fagioli e pasta e ceci e ne sarei contenta (in realtà è poi quello che faccio 😛 ). Vi racconto, questa volta, come ho reso pasta&fagioli un primo di pesce, con le vongole e un po’ mediorientale, grazie anche al tahin (altro ingrediente che metterei più o meno ovunque..) che potete usare già pronto, o farlo in casa (sono 2 ingredienti e un minipimer…). Pepe nero e timo a volontà sono l’ingrediente che completa questo piatto  😉

(altro…)

1 Comment
POSTED IN: , ,


Spaghetti e agretti con ragù di pesce persico

Oggi continuo con le mie ricette di pesce. Farò anche qualche variazione sul tema, mi rendo conto che non tutti amano il pesce (principe compreso) e non voglio rischiare di diventare troppo monotona.

Questa pasta col persico la consiglio per dare una sferzata di energia a un pesce che non ne ha molta. Diciamolo, il persico è un pesce che sa di poco. Io aggiungo olive e capperi, pomodori e peperoncino. Gli agretti con gli spaghetti danno una nota terrosa ma piacevole. È anche un piatto che farete molto in fretta, il che non guasta!  😉

(altro…)

1 Comment
POSTED IN: , ,


Cozze con crema di ceci speziata

Vi avevo anticipato che quest’anno ho deciso di svecchiare i “classiconi” di pesce. Un bel piatto di cozze, quando si mangia il pesce, è forse l’antipasto che mi dà più gusto. E ho provato, questa volta, ad accompagnarlo ad una bella crema di ceci, un hummus, questo legume che amo e che non manca mai nella mia dispensa. Le cozze permettono questo abbinamento perché così saporite non vengono meno di sapore. Non dimenticatevi di utilizzare, per allentare la crema di ceci, l’acqua delle cozze.

Infine aggiungeteci un crostone tostato o una fetta di pane carasau e sentirete che meraviglia!

(altro…)

No Comments
POSTED IN: ,


Filetti di platessa agli agrumi

Buongiorno!

Sono giorni in cui ho tanta voglia di cose nuove. Auguro a me stessa di avere la forza di farle accadere. Ho tante aspettative per la seconda metà dell’anno e sto lavorando per soddisfarle. Allontano ogni giorno le preoccupazioni che divorerebbero le mie energie e sto cercando davvero di diventare grande. Anche se non so se ci riuscirò! Sono proprio le preoccupazioni, le piccole ansie che cerco di scacciare e che so che sono quelle che mi frenano e contro cui dovrò combattere sempre. Sono fatta così.

Come anno scorso, a fine aprile, inizio ad attivarmi con le ricette di pesce. Bisogna dire che l’anno scorso mi stavo approcciando ad alcuni tipi di pesce e ho fatto diverse ricette abbastanza classiche (che trovate qui). Quest’anno continuo con questo leitmotiv e vorrei osare di più con abbinamenti, ingredienti e profumi. Mi seguirete?  😆

Ho mangiato tanta platessa da nanetta. È un pesce che dal pescivendolo si presenta in filetti bianchi, senza spine, perfetto per i bimbi. Però perché non renderlo di carattere con una ricetta agrumata e piccante allo stesso tempo?

(altro…)

2 Comments
POSTED IN: ,