Tuorli fritti su lettino di purea di piselli

Buongiorno! Arrivo oggi con un antipasto di Pasqua, o per quando preferite. È buono, ma davvero buono per i sapori delicati e primaverili che si mescolano tra loro.

La cosa un pochino più difficile è il tuorlo impanato e fritto, ma vedrete che se lo farete riposare in frigorifero riuscirete senza problemi. Vi consiglio comunque di farne qualcuno in più perché sono delicati e può capitare di romperne uno o due (io uno l’ho rotto mentre lo mettevo nell’olio bollente…)

  • 2 tuorli
  • pangrattato
  • olio di semi
  • 250 g di piselli (quelli piccoli e dolci, anche surgelati vanno benissimo)
  • mezzo bicchiere di brodo vegetale
  • una manciatina di noci
  • un pomodoro perino
  • un pezzetto di radice di zenzero
  • origano
  • sale e pepe

Su un piatto spolveriamo un po’ di pangrattato, adagiamo delicatamente i tuorli per non farli rompere, li copriamo di pangrattato e facciamo riposare in frigorifero per almeno un paio d’ore.

Cuociamo i piselli in padella con poco olio, sale e aggiungiamo un po’ di zenzero grattugiato alla fine. Passiamo al minipimer aggiungendo un po’ di brodo vegetale (o il alternativa, un po’ di acqua e sale).

Scaldiamo abbondante olio di semi in una padella, solo quando è ben caldo (quando buttandoci una briciola “frizza”) adagiamo delicatamente i tuorli impanati e li facciamo friggere per un minuto circa. Li togliamo e li asciughiamo (sempre facendo attenzione a non romperli) con della carta da cucina.

Incidiamo i perini con una croce e li sbollentiamo in acqua per pochi minuti. Poi il sbucciamo e ricaviamo i “petali” con un coltellino.

Componiamo il piatto facendo un letto con la purea di piselli, su cui adagiamo i tuorli. Completiamo con i petali di pomodoro, qualche scaglia di zenzero, qualche noce tritata grossolanamente e una macinata di pepe nero sul tuorlo. Aggiungiamo l’origano.

A presto!


3 Responses to Tuorli fritti su lettino di purea di piselli

  1. che colori meravigliosi, un tripudio di primavera, mi piace tantissimo!!!Baci Sabry

  2. marina says:

    mannaggia a me e al tempo che non ho mai per passare nei blog a leggere nuove ricette e a godere di foto spettacolari! Claudia cosa dirti? Rimango esterrefatta da tanta bellezza, colori, semplicità e gusto, elementi che riesci a dosare divinamente! E non solo in questa ricetta…complimenti! un abbraccio

    • Anche io faccio molta fatica a passare dagli amici ultimamente… poco tempo per leggere tutto quello che mi interessa in realtà! Grazie mille dei complimenti, sto cercando di impegnarmi sul fronte delle pubblicazioni perché credo che il blog ne abbia bisogno!
      smuack :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *