ANTIPASTI

Crescione romagnolo per gli streetFOODLovers

Oggi, da 3 piccole cucine, inizia una nuova, emozionante, avventura:) L’idea è nata quest’estate, da me, da Benedetta (che l’ha concepita) e da Vale. Quella di creare un progetto che potesse abbracciare il nostro amato street food, la nostra bella tradizione italiana e la nostra voglia di condividere e interagire con le altre blogger.
Il progetto streetFOODlovers consiste nel raccogliere quante più possibile ricette tradizionali sul cibo di strada delle nostre regioni di Italia, reinterpretate, e premiare simbolicamente quelle che più ci convinceranno, dal racconto, alla foto, alla ricetta in sè. Ogni mese un tema e tre blogger special guest della stessa regione, che ci guideranno alla scoperta della definizione di “cibo di strada” per i luoghi che abitano e tante interpretazioni quante vorrete farne voi.
Abbiamo creato un blog a parte, perchè ci pareva più ordinato e per il regolamento e le note tecniche vi rimando qui, al nostro nuovo blog.
Questo mese le special guest siamo noi, per l’Emilia Romagna!. 
Speriamo che accogliate con calore la nostra proposta, a noi piace e ci crediamo molto 🙂
Qui di sotto una delle ricette del mese. Il crescione (o cassone) romagnolo. Ci siamo trovate io e Vale a prepararlo, ancora durante la calda estate romagnola e, soddisfatte del risultato, ve lo proponiamo.

Ingredienti:
1 kg di farina 0
1,5 hg di strutto
1 bicchiere di acqua (circa)
3 cucchiaini di sale
due buste di lievito istantaneo per pizza
1 cucchiaino di miele
1/2 bicchiere di latte

Per il crescione alle “erbe”:
15 g (circa) di spinaci freschi (o surgelati)
1 spicchio d’aglio
70 g di mozzarella (tenuta fuori dalla sua acqua per una mezz’ora)
Per il crescione “tradizionale”
70 g di mozzarella (tenuta fuori dalla sua acqua per una mezz’ora)
3-4 cucchiai di passata di pomodoro

Creiamo l’impasto con la farina e lo strutto. Impastiamo amalgamando anche il latte e il lievito. Aggiungiamo l’acqua se l’impasto è duro, dovrà essere morbido ma non molle.
Prepariamo gli spinaci scaldando una padellina con un giro d’olio e lo spicchio d’aglio schiacciato. Ad olio caldo adagiamo gli spinaci e li facciamo cuocere finchè non saranno pronti. Togliamo poi l’aglio.
Prepariamo delle palline di pasta che spianiamo bene col matterello. Devono venire sottili, meno di 1 mm di spessore.  
Riempiamo il primo crescione in una metà con gli spinaci e la mozzarella tagliata fine, cospargiamo il secondo di pomodoro e lo riempiamo di mozzarella.
Pieghiamo e sigilliamo facendo l’impronta sul bordo con una forchetta.
Scaldiamo una padella antiaderente (o, se l’avete, il testo di terracotta) e adagiamo i nostri crescioni. Li facciamo cuocere circa 5 minuti per lato, avendo cura di cuocere anche la “piega del bordo”.
Serviamo caldi.


N.B. Lo stesso impasto può essere usato anche per la piadina. E’ importante che il lievito utilizzato sia quello istantaneo e non di birra. In alternativa può essere usato un cucchiaio di bicarbonato, anche se, soprattutto nella piadina, rischia di rimanere meno morbido.

Il crescione ha una grande storia e tradizione nelle nostre zone. Tempo fa creai un elenco dei migliori locali dove si può consumare, che potete trovare qui.

Penso di aver detto proprio tutto.. che abbia inizio la sfida!

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply
    Erica Di Paolo
    1 ottobre 2013 at 12:08

    Eccome se ci piace questa iniziativa!!!!! E anche questo crescione!!!!! Ricomincerei a mangiare all'istante ^_^
    Bravissime tutte e magistrale tu!!

  • Reply
    Aria
    1 ottobre 2013 at 12:13

    che bella iniziativa! domani questo è mio!

  • Reply
    Claudia
    1 ottobre 2013 at 12:27

    Ma dai Clàààà che bella iniziativa!! Io adoro sti cibi da strada.. ogni tanto li mangiamo anche seduti sul divano di casa!! Ottima proposta questa di oggi.. smackkkk

  • Reply
    Meggy
    1 ottobre 2013 at 12:30

    Ho appena addocchiato il post di una tua socia e me ne sono andata con un'acquilina incredibile, qui da te non è molto diverso, complimenti e grazie per aver condiviso la ricetta di questa prelibatezza che adoro!Ciao 🙂

  • Reply
    Dolci a gogo
    1 ottobre 2013 at 12:35

    Ma che bellissima iniziativa cara vi seguirò con molto piacere anche perché amo il cibo di strada e anche a napoli esistono tante traduzioni a tema e devo dire che questa ricetta con il crescione mi piace da matti!! Bacioniii, Imma

  • Reply
    Dani
    1 ottobre 2013 at 12:45

    Avete avuto un'idea proprio carina! Mi piace molto!!!!
    Io il crescione non l'ho mai mangiato 🙁 Ho bisogno di un termine di paragone!!!! Però mi sa che non posso spostarmi per venire a provarlo da te… 😛

  • Reply
    m4ry
    1 ottobre 2013 at 12:49

    E' una iniziativa bellissima ! In bocca al lupo 🙂
    Questa proposta è da leccarsi i baffi !!! Mi piace tantissimo ! Un bacino e buon pomeriggio 🙂

  • Reply
    Acquolina
    1 ottobre 2013 at 14:07

    bellissima iniziativa! la piadina è sempre il massimo, per me 🙂

  • Reply
    Babe - La Cucina di Babe
    1 ottobre 2013 at 14:12

    Oh sììììììììììììììììì
    Mi piace lo street food! Quello vero eh, quello che mangi con le mani, quello che fa gocciolare e sporcare. Quello buono.
    Come questo 🙂

  • Reply
    Simo
    1 ottobre 2013 at 14:50

    che bella sfida…e che buono il crescione!!!
    Evvai ragazze………..

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    1 ottobre 2013 at 14:56

    Che bella iniziativa! Ricordo quando andavo dai miei nonni nel periodo in cui hanno abitato a Cervia ed il crescione era una sosta fissa dopo il giro in bicicletta.

    Fabio

  • Reply
    Simona Mirto
    1 ottobre 2013 at 15:13

    Quante belle novità Claudietta:* sono andata subito a vedere il nuovo blog… beh io adoro lo street food così come tutto quello che si mangia con le mani… favolosa proposta e in bocca al lupo per questa nuova avventura:*
    un abbraccio mia cara:**

  • Reply
    Francesca P.
    1 ottobre 2013 at 17:03

    A me piace mangiare camminando, mentre mi guardo intorno, o cerco una panchina o entro in un parco… il cibo da street mi ricorda anche un pò le sagre del Salento dove facevo tappa fissa, oppure il pranzo all'aperto durante alcuni viaggi… 🙂

  • Reply
    Mirtillo E Lampone
    1 ottobre 2013 at 17:57

    Adoro il crescione, il cibo da strada e i panini che ti fanno sporcare le mani 🙂 Quindi direi che avete avuto un'ottima idea, bello anche il logo! Un bacione cara

  • Reply
    paneamoreceliachia
    1 ottobre 2013 at 18:40

    Bellissima iniziativa e realizzazione sublime del crescione, un must x me dello street food! Baci
    Alice

  • Reply
    Chiara Setti
    1 ottobre 2013 at 18:53

    Che bello questo progetto!!!la prossima volta che vi trovate a cucinare però invitate anche me!! 🙂
    Un bacione dalle Hawaii!!!

  • Reply
    Barbara Baccarini
    1 ottobre 2013 at 19:42

    mi piace questa nuova iniziativa e mi piacciono un sacco i cibi street food!!
    brava!

  • Reply
    Maddalena Laschi
    1 ottobre 2013 at 20:15

    Ma e' davvero bella questa cosa! Anche in Toscana a pensarci bene del cibo da strada ne abbiamo, vado a informarmi…intanto abbraccio e complimenti! Come si fa a dire di no ad un crescione romagnolo?
    Maddy

  • Reply
    giochidizucchero
    1 ottobre 2013 at 20:34

    Ma che iniziativa originale!! Io ci sono! Per la mia regione siamo sicuramente in due… 😉
    E questo crescione mi mette di nuovo fame!!!! Brave!

  • Reply
    Roberta
    2 ottobre 2013 at 11:13

    Braveeeeee, che bel progetto ragazze!!! In bocca al lupo e un grosso bacio!

  • Reply
    Cinzia Tamburo
    2 ottobre 2013 at 12:47

    Complimenti per questa iniziativa, adoro il cibo da strada! Nel Veneto non mi viene in mente niente…mi sono informata con qualche collega padovana doc, ma è possible che qui non si usa il cibo da strada!?

    • Reply
      Mila
      2 ottobre 2013 at 20:36

      Una volta mi risulta che ci fosse "el fritoin" (ma quanto è vecchio mio marito per sapere queste cose??!!! non diteglielo!!!)

  • Reply
    Mila
    2 ottobre 2013 at 20:34

    L'iniziativa è davvero molto bella (da emiliana forse sono di parte???) bellissimo anche il crescione!!!!
    Un abbracciotto

  • Reply
    Andrea
    2 ottobre 2013 at 20:48

    Bellissima iniziativa quella di diffondere il cibo di strada, brava!

  • Reply
    Emanuela - Pane, burro e alici
    3 ottobre 2013 at 8:58

    E si inizia alla grande con questa tua bellissima proposta!
    Mi piace! 😉
    Un bacio!

  • Reply
    Valentina
    3 ottobre 2013 at 9:34

    Che bello!!! In bocca al lupo per questa nuova avventura!!! 🙂 Crescione a dir poco invitante, deve essere buonissimo… corro a vedere il nuovo blog! Complimenti e un bacione :** <3

  • Reply
    ilaria82
    3 ottobre 2013 at 11:20

    Buoni, buonissimi! 🙂

  • Reply
    Tina/Dulcis in fundo
    3 ottobre 2013 at 20:28

    mi ricordo di averlo mangiato 3 anni fa……altro che bis,ho fatto il tris….i tuoi hanno un aspetto super invitante…bravissimissima:)

  • Reply
    Rotolo di carpaccio e verza all’arancia | La cuisine tres jolie
    30 aprile 2015 at 9:48

    […] Come sempre, se la piadina decidete di farla in casa, avete vinto. Nel caso, la ricetta qui. […]

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Foresta di alberi innevati