Senza categoria

Gelo di uva fragola

Buondì!
Cosa dire oggi se non lamentele da studio e stanchezza dilagante? Vorrei riuscire solo a prendere le cose con un po’ più di tranquillità, è brutto agitarsi sempre per tutto.. come se tutto dovesse finire o ripartire il giorno dell’esame. Ma siamo matti?
Chiedo scusa ma avevo bisogno di dirmi queste parole.
Il tempo per un post come vedete lo trovo sempre:D
I miei nonni, ormai stanchi e anzianotti, tengono ancora nel podere un bellissimo filare di uva fragola. Una varietà magnifica, che difficilmente viene attaccata dai parassiti, causa la sua buccia, molto spessa (o almeno così mi hanno detto). Da piccola mi piaceva tantissimo andare a raccoglierne dei grappoloni da mangiare subito. Ed era così, “pizzicante” e dolce, il suo aroma mi ha sempre ricordato  il primissimo autunno, quello con le giornate ancora caldine e piacevoli.
Una cosa molto bella e tradizionale che si fa in Romagna (anche in Veneto credo) sono i sugoli (o sughi). Una specie di budino grezzo fatto essenzialmente di succo d’uva e farina di mais.
Ecco, l’altro giorno ho voluto provare come veniva l’effetto con un amido di mais (non sto bene se non metto a posto le tradizioni) e succo di uva fragola. L’effetto è molto piacevole, anche se diverso da quello dei sugoli (che sono forse uno dei miei dolci preferiti, spero di arrivare a fare anche loro).  Nel senso che quello che viene fuori è un vero e proprio gelo al sapore di uva fragola che vi consiglio caldamente, soprattutto consumato con una pallina di gelato o un po’ di panna.

Ingredienti (per due coppette)
700 g di uva fragola (e qualche acino per guarnire)
15 g di amido di mais
10 g di zucchero
1 cucchiaio di cannella in polvere

Lavate l’uva e sgranatela. Mettete tutti gli acini in una pentola e portate a bollore. Da quando bolle calcolate circa venti-venticinque minuti (deve disfarsi). Passate poi il composto ottenuto in un setaccio e schiacciate bene in modo da far uscire tutto il succo.
Riaccendete il fuoco, poneteci la pentola col succo ottenuto e versate lo zucchero e la cannella. Mescolate e dopo pochi minuti aggiungete l’amido di mais. Continuate a mescolare per farlo sciogliere benissimo. Quando il composto sarà diventato una crema versatelo in delle coppette di vetro o, se preferite, in pirottini di alluminio da rivoltare. Io ho guarnito con acini e una stecca di cannella. Potete aggiungere panna e gelato.

Con questa ricetta partecipo al contest di Essenza in cucina
E al contest di Un giorno senza fretta 
A presto:**

You Might Also Like

41 Comments

  • Reply
    Claudia
    7 settembre 2012 at 11:52

    quando un'amica mi ha portato l'uva fragola des suo giardino era buonissima!!! farei un giro dai tuoi nonni ha raccogliermi qualche grappolo!!! solo il colore di quel bicchierino mi affascina, adoro quel colore violaceo!

  • Reply
    Ely
    7 settembre 2012 at 11:54

    Cara, la presentazione è assolutamente meravigliosa, per non parlare del sapore! Amo moltissimo il profumo intenso dell'uva fragola. E' proprio qualcosa di speciale.. malinconico e tenero per me.. una vera bontà, lasciatelo dire! 🙂 Bravissima! E non commento sullo stress da studio.. proprio stamattina mi è venuta una gigantesca crisi d'ansia: senti, io faccio la valigia per le Bahamas. Vieni? Un abbraccio con tanto bene! 🙂

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      12 settembre 2012 at 16:38

      Magari! io però presto vado nella Loira.. magari resto dentro uno di quei castelli e non esco più.. che dici?

  • Reply
    Vale@Lattealcioccolato
    7 settembre 2012 at 11:57

    Non mi capita spesso di mangiare l'uva fragola ma in 'ste coppette mi ci tufferei. Hanno un colore bellissimo ed invitante 🙂

    Ps: condivido il tuo sclero da studio -.-'

  • Reply
    melania
    7 settembre 2012 at 12:25

    Nooooo !!Io adoro l'uva fragola e il gelato
    deve essere molto buono.
    Non ti preoccupare te lo concedo
    un piccolo sfogo.:)))
    Un bacione

  • Reply
    Barbara Baccarini
    7 settembre 2012 at 12:35

    Ciao,piacere di conoscerti!!il tuo blog è bellissimo e questa ricetta favolosa!anche io adoro i sughi di uva,in genere li fa la mia nonna e quest'anno conto di riuscire ad intrufolarmi nella sua cucina così imparo anche io!grazie x la ricetta,ovviamente l'ho già inserita x il contest!un abbraccio

  • Reply
    m4ry
    7 settembre 2012 at 13:18

    Ti capisco..nel senso che quando studiavo avevo la tua stessa visione del mondo e della vita..in fin dei conti, se ci pensi, superare un esame è un pò come ricevere uno stipendio..e la retribuzione per un lavoro svolto, anche se poi, sappiamo che nella vita universitaria ci sono tantissime variabili e che non sempre chi merita viene ripagato a tempo debito..stai su e pensa che la vita si compone di tante cose !
    Detto questo, l'idea di questo dolcetto mi stuzzica assai..e mi piace da morire il colore..è inutile, i colori su di me esercitano un fascino molto particolare !
    Bacio grande e buona giornata !

  • Reply
    Claudia
    7 settembre 2012 at 13:37

    Mi hai riportato alla memoria quando ero bambina nella terra dei miei zii.. l'uva fragola.. mamma che bontà!!! baciotti buon w.e e cerca di rilassarti!!!!!

  • Reply
    renata
    7 settembre 2012 at 14:03

    Io l'adoro…quello che hai fatto tesoro assomiglia alla nostra mostarda….fatta con il succo dell'uva ..Noi la mangiamo con la granella di noci…Immagino e conosco bene il sapore di questa delizia
    Complimenti!!!!!!
    Un grande bacio ragazza
    e per il periodo…credimi passerà …forza!!!!!!

  • Reply
    Dani
    7 settembre 2012 at 14:46

    Ma lo sai che anche il mio nonnino (che ora non c'è più) quand'ero piccola mi portava sempre l'uva fragola? Non posso mangiarla senza pensare a lui (anche se, ora che ci penso, sono ANNI che non la mangio).
    Se la trovo provo la tua ricetta!

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      12 settembre 2012 at 16:40

      🙂 è vero l'uva fragola è una cosa da nonni, ma quanto è buona!

  • Reply
    Tina/Dulcis in fundo
    7 settembre 2012 at 16:23

    eee i nonni,come si farebbe senza di loro?pieni di consigli,di una parola di conforto…i periodi No(cosi li chiamo io) passeranno….ottimo gelo,deve avere un arommaaaaaa …baciotti,buon fine settimana ^_^

  • Reply
    Valentina
    7 settembre 2012 at 19:23

    Ciao Claudia 🙂 L'uva fragola è buonissima, la adoro (e considera che a me l'uva, in generale, non piace per niente)e questo gelo è presentato splendidamente, deve avere un sapore delizioso, bravissima! Quanto all'ansia… pensa che questo periodo passerà, che è transitorio, fai un po' di respirazione profonda… magari riesci ad affrontare la preparazione all'esame in modo più sciolto (magari 😀 ) Un baciotto e complimenti, questa ricettina la segno subito 🙂 Buon weekend!

  • Reply
    Valentina
    7 settembre 2012 at 19:38

    che bell'idea questa con l'uva fragola!! e la proposta di accompagnare la coppetta con del gelato mi pare formidabile, alla faccia dell'autunno che ancora cerchiamo di tenere lontano;)
    a presto,
    Vale

  • Reply
    Cinzia
    7 settembre 2012 at 21:50

    mmmh! che idea magnifica mettere l'uva in questo modo nelle coppette :9 non sapevo che la variante "fragola" fosse meno esposta ai parassiti però l'ho potuto constatare, anche da me qui vicino c'è gente (TANTI) che si fa il vino in casa e vedo che non si ammala proprio.
    Le coppette aromatizzate alla cannella mi piacciono molto, grazie!

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      13 settembre 2012 at 15:24

      sì sono quasi sicura di questo sai.. è un'uva forte!
      Grazie a te!

  • Reply
    sabina
    8 settembre 2012 at 5:45

    piace anche a me da impazzire l'uva fragola, è tanto che non la mangio, bellissima idea e presentazione questi bicchierini
    riguardo il discorso stanchezza, a volte è proprio inevitabile non lamentarsi, dipende tutto da noi, da come prendiamo le cose, anche io sono una che si stressa sempre parecchio e mi ripeto ogni volta che devo prendere le cose con più calma, credo sia tutta questione di carattere.
    un bacione

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      13 settembre 2012 at 15:24

      Già.. bisognerebbe cercare di vivere a zero stress.. ma come si fa? Io ho già qualche capello bianco.. rrt

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    8 settembre 2012 at 17:18

    ma lo sai che i sugoli i miei zii li chiamano "sugli" mi piaccino da matti?! il tuo gelo anche se diverso mi acchiappa!!! secondo me e' buonissimo!!!
    Stella certe volte anche io mi dico che dovrei prendere le cose con piu' calma ma e' sempre cosi' difficile…
    un abbraccio e buon fine settimana

  • Reply
    Giovanna
    8 settembre 2012 at 19:45

    Come ti capisco cara Claudia, anch'io quando preparavo gli esami avevo la tua stessa sensazione. Finché non lo avevo fatto non riuscivo ad essere serena.
    Ma non era solo questione di serenità, proprio come hai scritto tu, sembrava che tutto dipendesse da quel giorno e da quel momento.
    Ma non voglio tediarti, anzi voglio complimentarmi. Sia per il gelo di uva che ha un aspetto molto molto goloso e fresco, che per le foto, bellissime.
    Da ragazzina di tanto in tanto l'uva fragola la mangiavo, ma in purezza, considerato che nella mia regione, non ci sono particolari ricette legate all'uva.
    Un bacione grandissimo e buon fine settimana

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      13 settembre 2012 at 15:26

      🙂 anche io le ricette della vendemmia le sto scoprendo ora, pian pianino! grazie, non mi tedi mai, anzi le tue parole sono sempre piacevoli, un bacione Gio'

  • Reply
    Zonzo Lando
    9 settembre 2012 at 20:01

    Vado pazza per l'uva fragola, il suo sapore mi manda in estasi… non voglio nemmeno immaginare quindi che effetto potrebbe farmi questo dolce strepitoso!!! Bravissima e aspetto i sugoli eh! Baciii

  • Reply
    Profumo di Mandorla
    10 settembre 2012 at 13:52

    L'uva fragola è un vero peccato di stagione, ma questo gelato ha qualcosa di deliziosamente criminale!
    Complimenti per la bellissima ricetta e per il tuo blog, è davvero molto carino e ricco di spunti interessanti!

  • Reply
    Valentina
    11 settembre 2012 at 16:58

    Ciao cara! Passerei volentieri anche io a rubacchiare un po di uva fragola, è di una dolcezza.. Ma a fare un gelo non ci ho mai pensato, non l'ho neanche mai assaggiato, vedi come siete speciali per me?? Troppo buona, la vorrei trovare dopo a tavola!!
    baciotti

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      13 settembre 2012 at 15:27

      🙂 Tranquilla Vale.. Io il gelo è un tipo di dolce che ho scoperto quest'anno e ho ancora tantissimo da imparare.. pian piano.. :**

  • Reply
    Federica
    11 settembre 2012 at 20:23

    Dai dai tieni duro! Capisco la sensazione che provi, con 32 esami me la sono portata dietro fino alla fine senza risucire a superarla ma ce la puoi fare 😉
    Sai che non ho mai assaggiato l'uva fragola? Qui non è facilissimo incapparci e quelle rare volte che mi è capitato me la sono scioccamente fatta scappare. Il tuo gelo dev'essere delizioso ma anche il sugoli mi ispira non poco. Se avrò la fortuna di incappare nell'uva stavolta ne farò una bella scorta. Un bacione e in bocca al lupo

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      13 settembre 2012 at 15:29

      E' vero.. non passa mai l'agitazione, nonostante io, bè penso di averne dati di più di 32.. sì.. ma è sempre uguale:(
      Oooh l'uva fragola bisogna sentirla, davvero! Anche solo nature per me è una prelibatezza:D

  • Reply
    Bietolin@
    13 settembre 2012 at 11:22

    Io adoro l'uva fragola, troooooooooppo buona!!!
    Proprio domenica, per il compleanno della mia mamma, abbiamo brindato con un bel fragolino 😉
    Anche i tuoi bicchierini devono essere niente mala, bravissima!

  • Reply
    Pupaccena
    23 settembre 2012 at 20:55

    fantasticooooo! e fotografato alla grande ^_^

    :*
    roberta

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto