Sardine marinate

Avevo detto che questa settimana avrei fatto il bis ed eccomi qui! Pepepepepepe sono strafelice perché questo pesce mi piace tantissimo (zazzueera zazzueera… aeiou y). E oggi le sardine le facciamo marinate 🙂

Volevo pubblicare prima, poi una serie di cose si sono susseguite e non ho più avuto tempo.

Per la pulitura delle sardine vi rimando al post precedente, come vi dicevo, secondo me conviene sempre spendere uno-due eurini in più e prenderla già pulita.

Ecco alcuni modi per abbinare le sardine, sono anche abbinamenti che si trovano abbastanza comunemente in Romagna (a parte la cipolla rossa, quella è un po’ più sudista 😉 ):

Oppure fate un bel piatto tipo questo, una fetta di pane tostato e ve le mangiate così  😀

sardine marinate 2

Sardine marinate
 
Prep time
Total time
 
per due persone
Author:
Cuisine: italiana
Ingredients
  • 150 g di filetti di sardina
  • 100 ml di aceto bianco
  • un limone
  • sale
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • un peperoncino rosso piccante
  • olio evo
Instructions
  1. Prepariamo la marinatura mischiando il succo del limone con l'aceto. Stendiamo i filettini di alici su una teglia e saliamo abbondantemente.
  2. Copriamo completamente con la marinatura.
  3. Sigilliamo il piatto con la pellicola trasparente, mettiamo in frigorifero per circa otto ore.
  4. Trascorso questo tempo tritiamo il prezzemolo, tagliamo per il lungo il peperoncino e togliamo i filamenti e i semi. Tagliamo poi il peperoncino a striscioline.
  5. Togliamo le sardine dalla marinatura, le cospargiamo di prezzemolo, il peperoncino e copriamo con abbondante olio evo.
  6. Facciamo riposare per 2-3 ore circa e serviamo.
  7. Si mantengono in frigorifero 3-4 giorni.

sarde marinate collage 1

sarde marinate collage 2 piccolo

sardine marinate 3

E queste sardine sono buone, talmente buone che una tira l’altra.

Buon appetito!


Filetti di sardine fritte

Per parcondicio questa settimana, ho deciso di pubblicare due post su un pesce povero che più povero non si può. La sardina. Povero a livello di costo ma non a livello di gusto e di nutrienti. Anzi mangiatene tanta di questa sarda che fa proprio bene 🙂

Io vi consiglio di spendere 2 euro in più e comprarla già pulita. Nel caso la prendiate intera ecco qui un tutorial che feci qualche anno fa (i miei smalti sono inconfondibili!).

Si parte staccando la testa, si fa scorrere il pollice lungo la pancia per aprirla a libro e si toglie la lisca. Usate le mani, non il coltello, ma usate dei guanti in lattice perché l’odore della sarda è persistente.

How to - pulire le sardelle

Ho pensato che oggi gioca l’Italia e quale snack migliore di un frittino che si prepara in due minuti? Magari tra il primo e il secondo tempo. Obbligatorio è prepararlo e mangiarlo subito!

sardine fritte 3

Filetti di sardine fritte
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per due persone
Author:
Recipe type: Secondo/antipasto
Cuisine: italiana
Ingredients
  • 300 g di sardina aperta a libro (filetti)
  • farina 0
  • olio d'arachide
  • sale
  • limone
Instructions
  1. Passiamo i filetti di sardina sotto l'acqua corrente.
  2. La passiamo nella farina scrollando quella in eccesso.
  3. Scaldiamo una padella con tanto olio (non lesinate!).
  4. Per sapere quando è ben caldo facciamo la prova con una briciola di pane o uno stecchino, quando "frizzano" vuol dire che l'olio è pronto e immergiamo i filetti infarinati, pochi alla volta.
  5. Lasciamo friggere per 1-2 minuti.
  6. Togliamo i filetti con una schiumarola o delle pinze e li adagiamo su della carta assorbente.
  7. Saliamo e, se ci piace, serviamo con una lacrima di limone.

collage sardine fritte 1

sardine fritte 2

sardine fritte 1

Come dicevo, sulla sarda faccio il bis e pubblico una seconda ricetta in settimana, la ricetta della sarda marinata come la faccio io… Queste due ricette non saranno un’ode all’originalità, ma nel prossimo post vi darò anche qualche consiglio sugli abbinamenti gourmet, ma anche molto ghiotti, che si possono fare, quindi state sintonizzati!

A presto! E buona partita!


Tagliata di tonno al sesamo su insalatina estiva

Buondì! Dopo un bel ponte lungo ritorniamo ai fornelli che la mia rassegna sul pesce non può certo fermarsi qui 🙂 In realtà oggi il rientro in ufficio è stato abbastanza traumatico. Credo di essermi goduta troppo il week end lungo e il mio fisico non si rassegna a una nuova settimana lavorativa!

Oggi vi presento una ricetta, che è veramente classificabile come pesce nel senso più scientifico del termine 🙂 (cosa che non si può fare per gamberi e cozze chepperòsonobbuoniassai 😉 )..

La peculiarità del tonno è quella di essere un pesce carnoso. Pregiato e costoso quello fresco. Io lo mangio poco in effetti, anche se mi piace tanto. La cosa bella del tonno è che non è da pulire, non richiede tempi supplementari e che si cuoce in un attimo. Ah e, cosa più importante, è un prodotto tanto ricercato, per cui il successo è assicurato.

Io l’ho scoperto al ristorante di sushi, per cui crudo. È anche molto delicato, e se viene cotto un attimo in più diventa una sola, io quindi lo cuocio pochissimo e me lo mangio quando dentro è ancora rosso. Il principe ad esempio non lo ama crudo e lo cuoce di più, anche se, forse, se non lo amate rosato converrebbe cambiare genere.

Io sono convinta infatti che dia il meglio di sè ben rosato, un po’ come si fa con la fiorentina. E come la fiorentina sta benissimo con un goccio di aceto balsamico tradizionale.

In rete si vedono tante versioni di questa ricetta, quasi tutte con una marinatura del pesce a base di olio o di limone o di aceto balsamico. Io penso che se il prodotto che acquistate è fresco non ci sarà bisogno di marinare niente.

I semi di sesamo serviranno per la croccantezza e il sapore tostato. L’insalatina rinfresca, la ciliegia crea contrasto. Ho messo insieme questi sapori e, ve lo dico sinceramente, li ho trovati molto giusti. Provate? Bastano 5 minuti per prepararlo e, come già detto, ingredienti freschissimi…. 🙂

tagliata di tonno 2

5.0 from 1 reviews
Tagliata di tonno al sesamo su insalatina estiva
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per due/tre persone
Author:
Recipe type: secondo
Cuisine: italiana
Ingredients
  • 500 g di tonno fresco (in fette di 2 cm)
  • due ravanelli con le foglie
  • insalatina tenera
  • qualche ciliegia
  • due manciate abbondanti di semi di sesamo tostati
  • qualche grano di pepe rosa
  • aceto balsamico
  • sale in fiocchi (io dolce di Cervia)
  • olio evo
Instructions
  1. Prepariamo nel piatto un lettino con l'insalatina, le foglie di ravanello tagliate a striscioline, i ravanelli a fettine, le ciliegie (qualcuna tagliata qualcuna no)
  2. Tagliate il tonno a pezzettoni e strofinateli con qualche fiocco di sale.
  3. Cuocetelo mettendolo in padella solo quando sarà rovente per 20-30 secondi per lato, poi passate immediatamente i bordi delle fettone nel sesamo tostato.
  4. Questa operazione (il "toccio" nel sesamo) la potete fare anche prima di cuocere il pesce, io preferisco così per essere sicura di non bruciacchiare i semini.
  5. Adagiamo il tonno sull'insalata e completiamo con qualche grano di pepe rosa e l'aceto balsamico.
  6. Condiamo l'insalatina con olio e sale.

tagliata di tonno collage 1 piccolo tagliata di tonno collage 2 piccolo

tagliata di tonno 1

A presto amici!

12 Comments
POSTED IN: , ,


Gamberi con noodles di zucchine e semi di sesamo

Dopo le cozze, ho deciso di pubblicare un piatto di gamberi. Questo è un altro piatto di pesce estremamente semplice ma di ottima riuscita. La parte più lunga è sicuramente la pulitura dei gamberi (o mazzancolle), fatto questo vedrete che sarà tutto in discesa.

È uno di quei piatti che sembrerebbero un po’ banali e rivisti. Secondo me c’è sempre la maniera di svecchiarli. Nei gamberi e zucchine per esempio, tagliando le zucchine a noodle. E facendoli un po’ all’orientale con zenzero e soia acquistano un certo sprint!

Anche questa volta il principe ha apprezzato. Anzi, forse il suo palato “regale” ha apprezzato quasi di più il piatto di gamberi del primo di cozze (cosa per me quasi incomprensibile 😉 ).  😆

gamberi noodle di zucchine blog 2

Gamberi con noodles di zucchine e semi di sesamo
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Per due persone
Author:
Recipe type: antipasto/secondo
Ingredients
  • 200 g di mazzancolle (o, se preferite, gamberi)
  • 1 zucchino grande
  • Un peperoncino rosso piccante
  • Un piccolo scalogno
  • Una manciatina di semi di sesamo tostati
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • Olio evo
  • Sale
  • 1 cucchiaino di miso (o salsa di soia)
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 1 cucchiaino di radice di zenzero tritato fino
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
Instructions
  1. Sbucciamo e puliamo le mazzancolle del filo nero e li mettiamo da parte al fresco. (Come mostrato nel primo tutorial).
  2. Tagliamo lo zucchino facendo dei nastri col pelapatate o con la mandolina.
  3. Tritiamo lo scalogno, tagliamo per il lungo il peperoncino togliendo i semi e i filamenti. (Secondo tutorial).
  4. Prepariamo la salsa mischiando miso, succo di limone, radice di zenzero tritata, zucchero di canna e mescoliamo bene.
  5. Tritiamo il prezzemolo e mettiamo da parte.
  6. Mettiamo a soffriggere lo scalogno con il peperoncino. Dopo pochi minuti aggiungiamo i nastri di zucchine, li saliamo e li facciamo saltare qualche minuto.
  7. Togliamo le zucchine e mettiamo a cuocere le mazzancolle nella stessa padella qualche minuto per lato. (terzo tutorial)
  8. Saliamo e componiamo il piatto. Mettiamo come base i nidi di zucchine, aggiungiamo le mazzancolle, condiamo con la salsa, terminiamo con prezzemolo tritato e sesamo tostato.

gamberi collage 1

gamberi collage 2 gamberi collage 3

gamberi di noodle di zucchine blog 1

A presto amici!


Spaghetti aglio olio peperoncino e cozze

Buongiorno!

C’è una cosa che non è troppo presente sul blog ed è il pesce, che in effetti io preparo un po’ meno rispetto ad altre pietanze. D’estate però se ne mangia di più e più volentieri, quindi ho pensato da qui in poi di pubblicare le mie più riuscite ricette di mare. Fidatevi se vi dico che sono ricette a prova di cretino. E soprattutto che sono davvero deliziose 🙂

Questa ricetta di spaghetti ha avuto come primo tester il principe, che, in quanto uomo dal sangue blu non si accontenta molto facilmente 😛 e ha fatto il bis (oltre che tanti complimenti).

Per quanto riguarda i miei gusti invece, lo spaghetto aglio e olio, è uno dei miei preferiti, l’ho rivisitato ormai in mille versioni e non potevo esimermi dal farlo in versione marinara. La quantità di cozze è un po’ abbondante, ce ne saranno da leccarsi i baffi, a noi piace così! 😀

aglio olio peperoncino cozze blog 2

5.0 from 1 reviews
Spaghetti aglio olio peperoncino e cozze
 
Per due persone
Ingredients
  • 800 g di cozze
  • 180 g di spaghetti
  • uno spicchio d'aglio
  • un peperoncino rosso piccante
  • olio evo
  • sale
  • mollica di pane tostata a briciolette
Instructions
  1. puliamo le cozze sfregandole bene sotto l'acqua corrente, togliendo le impurità e togliendo le barbe.
  2. Tagliamo il peperoncino per il lungo, togliamo i semi e i fili.
  3. Facciamo rosolare un giro d'olio in padella e facciamo aprire le cozze a coperchio chiuso (vanno fatte cuocere una decina di minuti circa o comunque finchè le valve sono ben aperte).
  4. Teniamo da parte l'acqua di cottura delle cozze.
  5. Facciamo rosolare in una padella l'aglio schiacciato e il peperoncino pulito.
  6. Cuociamo gli spaghetti in abbondante acqua e scoliamo 5 minuti prima che abbiano completato la cottura o comunque ben al dente.
  7. Finiamo di cuocerli nella padella con olio aglio e peperoncino bagnando con l'acqua di cottura delle cozze e saltando tutto insieme.
  8. A fine cottura togliamo l'aglio.
  9. Uniamo le cozze e, se ci piace, aggiungiamo un po' di prezzemolo.
  10. Terminiamo nel piatto con una spolverata di mollica di pane tostata.

Il consiglio: se non usate tutta l’acqua di cottura delle cozze non buttatela! Piuttosto tenetela in freezer e scongelatela quando dovrete fare dei fumetti o dei brodetti di pesce.

cozze collage blog

aglio olio peperoncino cozze blog 3

Vi do appuntamento a presto! E buon fine settimana :*